Previous
Next
Previous
Next

Benvenuti

Il Caffe Hungaria è il risultato di un accurato lavoro di ristrutturazione degli spazi che si affacciano con ben 9 ingressi su strada.
Da qui il rilancio in grande stile del Bar Hungaria. Non cambia l’insegna, diversa è la proprietà: Antonio Cola e Massimo Cola – già imprenditori della ristorazione a Roma – e Federico Scardamaglia – produttore cinematografico – sono i tre soci che hanno rilevato l’attività con l’idea di riportare in auge il buon nome dell’Hungaria.
Dunque passato e ambizioni per il futuro che si fondono, partendo dal restyling degli spazi: “Abbiamo due grandi banchi nello spazio principale, per la caffetteria e la pasticceria, con 35 posti a sedere, suddivisi tra una piccola saletta con poltroncine e la sala principale con i tavoli.
Ma anche la nostra reinterpretazione della mitica postazione degli hamburger, che come in passato saranno preparati direttamente sulle piastre in sala. Più 65 posti all’esterno, che contiamo di utilizzare da subito, nello spazio attrezzato con lampade fungo, ma di design”.

pasticceria federico prodon

Caffè

Bistrot

Ristorante

I Nostri Chef

hamburger roma

Gli Chef

Executive, cuochi,  sommelier,  esperienze  in diversi  e prestigiosi ristoranti romani, oggi sono approdati al ristorante del Caffe’  Hungaria. Coordinano tutte le attività della ristorazione, dai rapporti con i fornitori allo sviluppo  del menu, al servizio di sala:  “Il nostro obiettivo è il recupero della storia e del prestigio del ristorante Hungaria, offrendo un servizio di livello, in ogni momento della giornata. E infatti tutto, dalla colazione agli sfizi per l’aperitivo, ai piatti in uscita dalla cucina, sarà prodotto da noi. Rifuggiamo l’idea della tavola calda, piuttosto saremo un bar con bistrot, ristorante con cucina aperta a pranzo e cena e l’immancabile Completo, che invece si potrà ordinare da mezzogiorno in poi, fino a chiusura”.

Federico Prodon
Pastry Chef

Federico Prodon nasce a Roma nel 1973 e nel 2005 diventa broker assicurativo. Papà di due figli di 6 e 9 anni, sin da piccolo è appassionato di cucina.

Parallelamente ai suoi impegni lavorativi si forma presso la scuola romana A Tavola con lo Chef dove inizia ad approfondire lo studio per le materie prime ed i capisaldi della Pasticceria attraverso diversi stage, tra gli chef di riferimento ci sono Giuseppe Amato, Pastry chef de «La Pergola» (3 stelle Michelin) e Leonardo De Carlo campione del mondo 2004.

federico prodon

Le Novità

La Riapertura

Da “il Gambero Rosso” Il Bar Hungaria. La storia e il “completo”. A voler ripercorrere la storia del Bar Hungaria, longeva insegna capitolina del quartiere

Leggi l'articolo »